Donboscoland

VERBALE SEGRETERIA MGS TRIVENETO

VERBALE SEGRETERIA MGS TRIVENETODomenica 18 gennaio si è svolto a Pordenone il quarto incontro della Segreteria Mgs Triveneto con il seguente odg:1. Preghiera iniziale e condivisione2. Riflessione sui percorsi formativi ispettoriali3. Iniziative nel Triveneto per il mese di don Bosco4. Ultime novità sul Confronto Europeo5. Giornalino e Sito6. Preparazione del Forum Mgs e suddivisione degli incarichi7. Ultimissime sulla Festa dei Giovani8. Estate 2004: valutazione dell'itinerario degli Esercizi Spirituali Mgs, indicativa partecipazione dei membri della Segreteria nelle varie esperienze estive9. Varie ed eventuali


VERBALE SEGRETERIA MGS TRIVENETO

da MGS News

del 01 gennaio 2004

VERBALE SEGRETERIA MGS TRIVENETO

 

Domenica 18 gennaio si è svolto a Pordenone il quarto incontro della Segreteria Mgs Triveneto con il seguente odg:

1.      Preghiera iniziale e condivisione

2.      Riflessione sui percorsi formativi ispettoriali

3.      Iniziative nel Triveneto per il mese di don Bosco

4.      Ultime novità sul Confronto Europeo

5.      Giornalino e Sito

6.      Preparazione del Forum Mgs e suddivisione degli incarichi

7.      Ultimissime sulla Festa dei Giovani

8.      Estate 2004: valutazione dell’itinerario degli Esercizi Spirituali Mgs, indicativa partecipazione dei membri della Segreteria nelle varie esperienze estive

9.      Varie ed eventuali

 

Sono presenti: Gioia, Giuliano, Luana, Lucia, Domenico, Claudio, Michele, Samuele, Sr. Anna, don Roberto, Beatrice

 

Dopo la preghiera iniziale, abbiamo condiviso qualcosa sulla nostra vita delle ultime settimane, con particolare attenzione ai punti 3 e 4 del documento sulla SGS: “l’amicizia con in Signore” e la “spiritualità ecclesiale e sacramentale”.

 

Per quanto riguarda i percorsi formativi ispettoriali, è in progetto una sorta di scuola per cooperatori e simpatizzanti; l’esperienza è rivolta ai giovani dai 19 anni in su e mira ad approfondire temi come la figura del laico cristiano, l’affettività, la vita di coppia, la famiglia, ecc., tenendo presente le esigenze dei giovani di questa fascia d’età. Si pensa di strutturare il cammino a livello zoonale, unendo i giovani di 3-4 case o oratori vicini. Sono previsti degli esercizi di spiritualità in quaresima e durante l’estate e un incontro di una giornata con i cooperatori. La proposta di questa esperienza nasce proprio dai cooperatori che lavoreranno insieme a fma e sdb; questo percorso formativo non interessa solo chi sente di avere la vocazione del cooperatore, ma vuole avere un raggio più ampio.

 

In occasione del mese di don Bosco, moltissimi oratori stanno organizzando feste e spettacoli. A Belluno, ad esempio, si terrà “Giovani in concerto”, dove ragazzi dai 18 ai 25 anni suoneranno musiche di tutti i tipi (a Belluno si sta inoltre preparando un musical su San Francesco per l'estate). A Chioggia ci sarà uno spettacolo teatrale incentrato sui mesi che vanno dall’annunciazione alla nascita di Gesù. A Montebelluna preparano uno spettacolo sulla storia di tre giovani. A S. Donà, per la prima volta, la festa sarà differenziata per le diverse fasce d’età, in modo che tutti abbiano la loro festa e i più grandi non debbano solo preparare quella per gli altri; è previsto anche un momento di festa in duomo con la banda.

 

Il 22 gennaio, inoltre, è partito il Progetto Laura Vicuna che terminerà nel gennaio 2005. Questo progetto prevede 4 iniziative:

-          Un concorso per scuole medie e biennio perché realizzino qualcosa su uno dei temi suggeriti dalla figura di Laura Vicuna: la famiglia, l’educazione, la donna, l’emigrazione.

-          Un gemellaggio con la scuola in Argentina dove lei è morta, perché i nostri ragazzi conoscano più da vicino la realtà della povertà; la scuola, infatti, ora raccoglie i ragazzi più poveri della zona

-          Una sensibilizzazione a livello territoriale perché i giovani programmino tavole rotonde, film, discussioni sui temi sopra citati.

-          Una rappresentazione teatrale su Laura Vicuna all’istituto Don Bosco di Padova.

 

Il 26 febbraio arriverà da Vasto la reliquia di S. Domenico Savio; Don Guido Novella si sta occupando del suo pellegrinaggio nell’Ispettoria. L’urna inizierà il suo viaggio da Trieste e passerà poi per Udine, S. Donà, Chioggia, Portoviro, Pordenone, Mogliano, Venezia Castello, Trento, Verona. Il 28 febbraio ci sarà una veglia nel duomo di S. Donà per gli animatori della Festa dei Giovani e i giovani della diocesi, il giorno dopo l’urna sarà portata alla Festa dei Giovani. La reliquia è stata chiesta anche da qualche vescovo per una celebrazione diocesana e passerà anche per alcune scuole. A Verona, al momento di preghiera organizzato nella parrocchia di S. Domenico Savio, parteciperanno anche alcune parrocchie del vicentino. La celebrazione sarà ripresa in mondovisione da Telepace.

Sarebbe bello informare anche la Rai che mandasse in onda qualcosa in “A sua immagine”.

 

Per quanto riguarda il Confronto Europeo, sono necessari, un paio di gruppi musicali, due presentatori che sappiano l’italiano e l’inglese, un gruppo che prepari una rappresentazione teatrale, qualcuno che gestisca il materiale informativo e formativo del Convegno. Tutte le Consulte territoriali sono chiamate a fornire qualcuna delle persone richieste; inoltre ogni Consulta si impegna ad accogliere uno Stato europeo.

Della nostra Ispettoria andrà un gruppetto delle persone che lavorano per il sito. Riguardo ai complessi musicali, proponiamo la Decaband, invece per la rappresentazione teatrale si potrebbe riproporre il musical di Chioggia su Bernadette.

 

Si è parlato del giornalino Giovani per i Giovani. Il prossimo numero (ben 32 pagine!) verrà spedito insieme all’Mgs News sulla Festa dei Giovani. Il Giornalino arriva ai giovani dai 17 anni in su, ma, per il genere degli articoli, è piuttosto rivolto ad un pubblico di almeno 20 anni.

Resta ancora aperto il problema del finanziamento: è stato proposto di mettere un baracchino alla Festa dei Giovani dove raccogliere fondi. Si potrebbe anche far pagare un certo numero di copie alle case, in proporzione al numero che già arriva gratuitamente ai ragazzi della zona. Un’alternativa per ridurre le spese è quella di mandare il Giornalino ai giovani fino ai 26 anni e poi abbonarli automaticamente al Bollettino salesiano.

 

Forum MGS: bisogna ancora trovare i presentatori, qualcuno propone Fabio, come l’anno scorso. È necessario pubblicizzare l’iniziativa, magari cercando di inserire un trafiletto sui giornali e sulle radio locali, distribuendo volantini nelle università. Dobbiamo inoltre impegnarci tutti per coinvolgere le persone che conosciamo. L’anno prossimo si dovrà riflettere meglio sul fatto che molti animatori hanno l’incontro col loro gruppo sabato pomeriggio e quindi non possono venire.

Il Forum potrebbe iniziare con un pezzo preso da Zelig che ironizza sulla diversa presentazione di una stessa notizia.

Così com’è stato pensato, il Forum Mgs non ha più la configurazione della Segreteria allargata, è piuttosto una conferenza su un tema di interesse sociale organizzata dal Mgs. Dobbiamo chiederci se, tra le tante iniziative a cui già lavoriamo, questa abbia senso e valore; in occasione del prossimo incontro di Segreteria faremo la verifica dell’esperienza.

 

Sono state presentate le ultime novità sulla Festa dei Giovani. Il 25 gennaio si terrà a Mestre l’ultimo incontro di preparazione con la staff allargata. Rispetto agli anni passati notiamo un aumentato coinvolgimento delle realtà locali che animeranno gli stand.

La mattinata della Festa sarà curata da Pierluigi Grison: faranno la loro testimonianza sul palco i rappresentanti di alcuni stand. Nella cedolina che viene consegnata ai ragazzi saranno indicati gli orari in cui si svolgono gli eventi rilevanti dei diversi stand.

Tutti quelli che possono venire sono invitati a collaborare alla preparazione già dal sabato mattina.

 

Infine abbiamo discusso sulle iniziative per l’Estate 2004. Sarebbe bene che i partecipanti alle esperienza estive fossero inseriti in qualche modo del cammino annuale o collaborassero nelle iniziative del Mgs. Per i giovani c’è la possibilità degli esercizi spirituali: un pellegrinaggio da San Gimignano a Siena, con alcune tappe. Rifacendosi a quello che più è stato apprezzato l’estate scorsa ad Avila, si accosterà la figura di S. Caterina, vivendo una settimana in sobrietà e approfittando di vari momenti di silenzio.

I membri della Segreteria ancora non sanno con precisione a quale delle iniziative aderiranno, ne parleremo meglio la prossima volta.

 

La riunione si è conclusa con la cena, gentilmente offerta dai salesiani di Pordenone.

 

Beatrice

Mucha Suerte Versione app: 513c99e