Donboscoland

Quando i bambini fanno: 'Oh... che meraviglia!'.

I bambini hanno il diritto di vivere e vedere la verità. Un'interessante provocazione per approfondire il tema pastorale di quest'anno. A volte si vede la paura di proporre un'educazione cristiana solida ai figli. Si pensa che la proposta di Dio violenti la loro libertà, che “troppa fede” sia eccessiva... Il Teologo Borel risponde dando voce a sr. Elvira.


Quando i bambini fanno: 'Oh... che meraviglia!'.

da Teologo Borèl

del 19 ottobre 2005

Carissimo teologo Borel, da sempre ho preferito la prevenzione alla cura, per cui vedendo che oggi i giovani sono in grave difficoltà, mi sono preoccupata non solo di pregare per loro, ma di giocare in anticipo, e come?

Gesù è il medico per eccellenza: se lo lasciamo agire, Lui fa quello che noi pasticceremmo.

Quindi abbiamo portato da subito i nipoti in Chiesa per abituarli al senso del silenzio, a percepire la presenza di Gesù Eucaristia, a pregare… e loro sono sempre venuti volentieri, anche più volte alla settimana. Adesso però da quest’anno mia figlia mi ha detto di non portare i bambini a Messa più di una volta alla settimana oltre la Domenica, perché il parroco dice che altrimenti li stufiamo, e così mi ha chiesto di non parlarne ai bambini perché sarebbe una forzatura.

Io le ho risposto che li “forziamo” scorrazzandoli a danza, judo, karatè, nuoto, corsi di rinforzo scolastico… e non possiamo dir loro che Gesù Eucaristia ci aspetta, entra in noi e ci dà pace?

Ti scrivo questo perché temo che in futuro, se non diamo cibo solido ai nostri bambini, rischiamo di ritrovarli poi come fiori di serra: belli di fuori, ma poi al primo spiffero di vento, alla

prima difficoltà, si afflosciano e si spezzano. Per favore, aiutaci nel modo che lo Spirito Santo ti suscita. Un abbraccio.

Una mamma

 

* * * * *

 

Carissima, grazie per la tua lettera che tocca un tasto dolorosissimo per tante famiglie: la paura di proporre un’educazione cristiana solida ai figli. Si pensa che la proposta di Dio violenti la loro libertà, che “troppa fede” sia eccessiva...

 

Credo invece che sia ora di vivere la giustizia con i bambini, e la prima giustizia deve avvenire in famiglia: dare loro non soltanto il cibo materiale, ma anche quello spirituale. I bambini hanno il diritto di vivere e vedere la verità, la fedeltà, la bellezza della vita cristiana, che è già tutta scritta e seminata nel cuore di ogni creatura che nasce a immagine e somiglianza di Dio, e noi abbiamo il dovere di dare loro questo nutrimento.

 

Evidentemente tua figlia non ha ancora lasciato maturare pienamente in lei i semi di speranza, fiducia, gioia, forza e perdono che Dio ha messo nel suo cuore, non ha scoperto che la vita cristiana è il vero tesoro da vivere e proporre, ma l’importante è che tu ora sappia vivere questo “dolore” aumentando la qualità della tua preghiera.

Non pensare che sia una perdita di tempo stare in ginocchio a vivere la tua croce ai

piedi di Ges√π Eucaristia!

Fidati di Lui, che conosce il cuore umano in tutte le sue fibre, e offri a Lui la tua sofferenza perchè i tuoi nipoti possano conoscerlo, amarlo e seguirlo.

 

E voi, madri, non abbiate paura di far vivere ai vostri figli quello che avete conosciuto troppo tardi! Portare i figli ad incontrare Gesù non è violentarli, ma offrire loro la vera libertà, la vera eredità, quella che regge di fronte a tutte le situazioni, che rimane per sempre, perché Lui è fedele.

sr Elvira Petrozzi

Mucha Suerte Versione app: 513c99e