News 5

Paola Mastrocola, "Non so niente di te"

Rubrica letteraria: 20 titoli di attualità e interesse recensiti da don Severino Cagnin.


Paola Mastrocola, "Non so niente di te"

del 20 ottobre 2013

 

 

 

 

Paola Mastrocola, “Non so niente di te”

Einaudi 2013, pagg. 334, e 18.50€

“Qualcuno ha la vita che vorrebbe?”

 

  ---

 

Il nuovo romanzo della docente, venuta dal Sud a Torino, e riconosciuta da pubblico e critica come una delle massime voci dell’attuale società, sviluppa un caso giallo – umoristico, come nelle sue opere, da La gallina volante del 2000 fino al vivace Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare (2011).

Pubblica molto, non per orario ridotto, né per successo e guadagno, ma perché dispone di tempo libero in una casa di campagna fuori città, non accetta i numerosi inviti a incontri, fiere letterarie e convegni; ,  vive da sola, ma spesso parlando con  qualche anziano contadino, che le insegna i segreti dell’orto e del pollaio.

Veramente, anche se non ne dà spiegazione, le fanno compagnia spesso dei tipi originali, un po’ strani, sembrano… Li sceglie lei a scuola e li invita ad aiutarla nell’orto, in cucina, alle chiacchiere pomeridiane. Sono tutti diversi, ma con voglia di vivere , senza possederne la forza. Paola convince ciascuno del possibile miracolo, come quello della gallina con zampe e ali spezzate, che ha imparato a volare.

Non so niente di te  inizia con un episodio inatteso e sconvolgente : nella sala di uno dei più famosi college di Oxford centinaia di persone attendono per una conferenza. Dopo qualche minuto , nel silenzio generale, entrano decine di pecore bianche, lanose, ordinate, moderatamente belanti. Le guida il giovane italiano Filippo Cantirami, prossimo al dottorato in Economia.

I genitori, avvertiti, sono sbalorditi e confusi: perché Fil ha fatto questo? E chi è veramente il loro figlio? Tutti a cercare una risposta, anche la sorella, anche la svagata e fascinosa zia Giuliana: ognuno seguendo una pista, facendo le proprie indagini, viaggiando da un continente all’altro o dentro di sé, fino a scoprire che sappiamo ben poco gli uni degli altri, soprattutto del sogno dei giovani di cambiare una vita febbrile in libertà riconquistata, anche a prezzo di rinunce.

 

 

 

 

don Severino Cagnin

 

 

  • testo
  • adolescenti
  • giovani
  • adulti
  • insegnanti
  • studenti
  • animatori
  • educatori
  • genitori
  • catechisti
  • don severino cagnin
  • articolo
  • libro
  • romanzo
  • vita
  • libertà

Mucha Suerte Versione app: 09ed358