News 2

Novena all'Immacolata - 6° tappa Madre del Rosario

"La Signora prese in mano il rosario, che pendeva al suo braccio, e si fece il segno della croce. Io tentai di farlo per la seconda volta, vi riuscii e subito in me scomparve ogni sentimento di paura". Dalla testimonianza di Bernardetta Soubirous sulle apparizioni di Lourdes.


Novena all'Immacolata - 6° tappa Madre del Rosario

da Teologo Borèl

del 04 dicembre 2011 (function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = '//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1'; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk')); 

           La prima volta che andai alla Grotta, vi andai per raccogliere legna con due altre bimbe. Quando arrivammo al mulino, tutte insieme seguimmo il corso del canale e ci trovammo davanti alla Grotta. Le mie due compagne, non potendo più proseguire il cammino, attraversarono l'acqua che si trovava di fronte alla Grotta ed io rimasi sola dall'altra parte; domandai loro se volevano aiutarmi a gettare qualche pietra nel canale per poter passare senza levarmi le calze, ma esse mi dissero di fare come loro.

          Allora andai un po' più lontano per vedere se potevo passare a piedi asciutti, ma invano e mi decisi a togliermi le calze. Mi ero appena levata la prima calza, che udii un rumore, come un soffio di vento impetuoso. Volsi lo sguardo verso la prateria gli alberi immobili e molto calmi.

          'Mi sarò ingannata', pensai, e mi accinsi a togliermi l'altra calza. Ma udii di nuovo il medesimo rumore; alzai il capo verso la Grotta e vidi una signora vestita di bianco, che benevolmente mi guardava.

          Rimasi sorpresa e sbigottita e, credendola un'illusione, mi stropicciai gli occhi, ma invano. Io vedevo sempre la medesima Signora. Allora cercai nelle tasche e ne trassi il mio rosario. Volli farmi il segno della croce, ma la mia mano non giunse alla fronte e ne rimasi anche più sgomenta.

La Signora prese in mano il rosario, che pendeva al suo braccio, e si fece il segno della croce. Io tentai di farlo per la seconda volta, vi riuscii e subito in me scomparve ogni sentimento di paura.

Mi inginocchiai, ed alla presenza della Bella Signora, recitai il rosario.

Quando ebbi finito, Ella mi accennò di andarle vicino ma io non osai, ed ella disparve. Allora mi levai l'altra calza, attraversai l'acqua di fronte la Grotta e raggiunsi le compagne.

  

Preghiera a Maria

 

Santa Maria, Madre di Dio,

che hai conservato tutte le cose meditandole nel tuo cuore,

insegnaci il profondo silenzio interiore, che ha avvolto tutta la tua vita. Il silenzio dell'Annunciazione, di fede, missione ed obbedienza, il silenzio della Visitazione, di umiltà, di servizio e lode; il silenzio di Betlemme, della nascita, incarnazione e meraviglia; il silenzio della fuga in Egitto, di perseveranza, speranza e fede; il silenzio di Nazareth, di semplicità, intimità e comunione; il silenzio del Calvario, di coraggio, morte ed abbandono; il silenzio della Pasqua, di resurrezione, giubilo e gloria; il silenzio dell'Ascensione, di realizzazione, trasformazione e nuova creazione; il silenzio della Pentecoste, di pace, potenza ed amore. Maria, nella tua saggezza

insegnaci quel silenzio che ci abilita ad ascoltare la voce lieve,

ma ferma del nostro Dio;

che ci spinge ad adorare Lui solo in spirito e verità. Santa Maria, Madre di Dio,

prega per noi ora e sempre,

perché possiamo entrare nel tuo silenzio che ci unisce a Gesù,

tuo Figlio, nel mistero del suo silenzio davanti al Padre di misericordia.

Mucha Suerte Versione app: 513c99e