Donboscoland

Le quattro piume

Interpretata da tre star emergenti di Hollywood (Heath Ledger, Wes Bentley e Kate Hudson) e girata da Shekhar Kapur, che torna alla regia dopo il pregevole 'Elizabeth', la pellicola, ambientata a fine '800, racconta la storia del giovane Harry, figlio di un generale e cadetto di belle speranze che, saputo dell' imminente partenza per il Sudan del suo reggimento, decide di dare le dimissioni, spinto dalla consapevolezza di non avere scelto una carriera adatta a lui e di avere solo voluto assecondare i desideri paterni. ...


Le quattro piume

da Quaderni Cannibali

del 10 ottobre 2002

Tre amici e la fidanzata Ethne, allora, gli recapitano ognuno una piuma, simbolo di codardia. Entrato in crisi profonda, Harry segue in incognito il reggimento come portatore e, dopo mille peripezie, riesce a nobilitarsi agli occhi degli amici, del padre e della fidanzata.

 

 

 Tratto dal romanzo di A. E. W. Mason del 1902 e qui riproposto sullo schermo per la sesta volta, il film vorrebbe basarsi  sul concetto di amicizia e di rispetto personale, ma lo fa in modo alquanto lacunoso. La scelta di Harry, infatti, l'unico che si chiede ciò che realmente sono la guerra, il deserto e le motivazioni per cui delle giovani vite vengono spezzate, non è proposta come una consapevole affermazione della libertà di pensiero divergente, ma, in puro stile americano, anche se attenuato da una certa sensibilità, mostra il senso di colpa per non essere partito e il non condividere gli ideali degli altri.

 

 

La profondità di riflessione dei protagonisti risulta, quindi, appena accennata e, anzi, il rimpianto di Ethne e del padre per non averlo capito non attenua il sentimento di insofferenza che si percepisce nei loro confronti.

 

 

 Il concetto di colonialismo, al centro, in realtà, del romanzo, malgrado nel film emerga solo in poche scene, è ben delineato.

 

 

Fin dall'inizio, con un vescovo che esorta i cadetti a vedersi come salvatori di una società primitiva e arretrata, si comprende come il popolo e il territorio conquistati fossero visti solo nell' ottica di un esaltazione della gloria anglosassone. La sequenza che mostra bambini sudanesi lanciare sassi contro l'esercito, è sconcertante in quanto nessun inglese se ne chiede il motivo e l' imboscata  in cui cadono, poi, dimostra la loro profonda ignoranza delle tradizioni locali.

 

 

 Scenograficamente, il film offre immagini spettacolari di battaglie e propone interessanti cambi di scena che oscillano tra il freddo e l'umidità del territorio inglese e il caldo soffocante del deserto.

 

 

 Il risultato finale è, quindi , un film comunque godibile per l'azione e l'ambientazione, ma lascia l'amaro in bocca il fatto che potesse essere un momento per riflettere sul concetto di pensiero divergente, ma che, invece, risulta essere solo un occasione persa.

Francesca Pascuttini

http://www.fourfeathersmovie.com

  • testo
  • articolo
  • Francesca Pascuttini
  • le quattro piume
  • film
  • giovani
  • animatori
  • educatori
  • genitori
  • adulti

Mucha Suerte Versione app: 513c99e