Donboscoland

L54 Alla signora Emilia Viarengo (Lettera di Madre Mazzarello)


L54 Alla signora Emilia Viarengo (Lettera di Madre Mazzarello)

da Spiritualità Salesiana

del 12 maggio 2005

L54 Alla signora Emilia Viarengo

Nizza [Monferrato], 19 dicembre 1880

Viva Ges√π!

Stim.ma Signora!1

1. Duolmi assai ch'ella non sia venuta a prendere parte alla nostra festa.2 Mi avrebbe però anche rincresciuto se fosse venuta credendo di trovare il Sig. D. Bosco. Fu il Sig. D. Cagliero che venne a dar l'abito religioso alle novelle Suore;3 il Sig. D. B.[osco] non viene che in tempo degli Esercizi. Se avesse bisogno di consiglio potrebbe scrivergli a Torino.

2. Ringrazio il Signore ch'ella continui a nutrire il desiderio di consacrarsi tutta a Lui, gli si mantenga fedele, preghi e confidi. Se il Signore la chiama tra le Figlie di Maria Ausiliatrice stia tranquilla che ve la condurrà, purché‚ essa corrisponda alle sue grazie. Bisogna però che lei faccia anche le sue parti, vinca i timori col farsi forte.

3. Coraggio, mia cara sorella, si raccomandi al Bambino di Betlemme; lo farò io pure pregare per essa, si abbandoni intieramente a Lui e sia certa ch'egli farà ciò che è meglio per l'anima sua.

4. Le auguro di cuore buone feste Natalizie ed un anno colmo delle grazie del Signore. Preghi per me che le sono nel Cuor Sacramentato di Ges√π,

 

Aff.ma Sorella

La Superiora

1 Emilia Viarengo di Agliano d'Asti, benefattrice delle opere di don Bosco, desiderava entrare tra le FMA.

2 Si riferisce alla domenica dopo la festa dell'Immacolata (12 dicembre), nella quale le postulanti ricevettero l'abito religioso.

3 . Furono 22 le postulanti che ricevettero l'abito e in quello stesso giorno vi fu pure il Battesimo della ragazza africana ospite a Nizza Monferrato, chiamata Maria «la mora» (cf Cronistoria III, pag. 286).

Mucha Suerte Versione app: 7cb9261