Donboscoland

L26 Alle suore della casa di Montevideo-Villa Colòn (Lettera di Madre Mazzarello...


L26 Alle suore della casa di Montevideo-Villa Colòn (Lettera di Madre Mazzarello)

da Spiritualità Salesiana

del 12 maggio 2005

L26 Alle suore della casa di Montevideo-Villa Colòn

Nizza [Monferrato], 11 settembre 1879

Viva Ges√π!

Mie carissime Suore!

1. Angiolina, il mio desiderio sarebbe ora di scrivervi a ciascuna in particolare, consolarvi e incoraggiarvi, ma abbiate pazienza per questa volta non posso proprio. Contentatevi che vi dica due parole proprio di cuore.

2. Noi abbiamo fatto i S. Esercizi e ringraziando il buon Gesù ci lasciarono tutte con una ferma volontà di farci sante. Poverine! quante volte di voi ci siamo ricordate e fatto pregare per voi pure, onde non solo noi, ma ancor voi abbiate questa volontà, come spero, e così un giorno possiamo trovarci tutte unite lassù nel bel Paradiso.

3. Coraggio adunque, mie carissime, coraggio. Tutti i giorni ne passa uno e sempre più ci avviciniamo all'Eternità. Tutto passa è vero?... ma i meriti non passeranno giammai.

4. Mie buone sorelle, amatevi sapete?... Oh! quanto mi consola allorché‚ ricevo notizie dalle case e sento che si hanno carità, che obbediscono volentieri, che stanno attaccate alla S. Regola. Oh! allora il mio cuore piange dalla consolazione e continuamente intercede benedizioni per voi tutte, onde possiate vestirvi veramente dello Spirito del nostro buon Gesù,1 quindi far tanto bene per voi e pel caro prossimo tanto bisognoso d'aiuto. Sì, ma come era lo Spirito del Signore?... (io vi dico ciò che tanto di cuore ci replicò più volte Padre Cagliero) quello spirito umile, paziente, pieno di carità, ma quella carità propria di Gesù, la quale mai lo saziava di patire per noi e volle patire fino a quando?... Coraggio adunque, imitiamo il nostro carissimo Gesù in tutto, ma specie nell' umiltà e nella carità, davvero neh!... Pregate anche per me che possa ancor io far così.

5. State allegre neh!... e sempre allegre, non offendetevi mai, anzi appena v'accorgete che qualcuna abbisogna di qualche conforto fateglielo tosto e consolatevi e aiutatevi a vicenda, neh!...

6. Suor Filomena, state allegra neh! tanto voi come suor Denegri2 m'avete scritto una lettera e ora vorreste la risposta, vero?... Ve la farò poi un'altra volta. Procurate intanto di star sempre buone, dar buon esempio e verrà un giorno che sarete contente non solo, ma premiate anche per le piccole cose fatte e sofferte pel nostro carissimo Gesù... Dunque mettiamoci proprio davvero per farci sante, preghiamo a vicenda onde possiamo perseverare tutte quante nel servizio del nostro Sposo Gesù e [della] cara nostra Madre Maria.

7. Dite tante cose al vostro buon Signor Direttore e raccomandatemi tanto alle sue preghiere. Le Suore tutte, tutte vi salutano caramente e desiderano l'ora di vedervi ed abbracciarvi lassù nel bel Paradiso. Coraggio dunque, mie carissime in Gesù, pensiamo sempre che tutto passa, perciò niente ci turbi, poiché‚ tutto ci serve per acquistare la vera felicità. State certe che noi non vi dimenticheremo mai e poi mai, ed io sarò sempre in Gesù e Maria, vostra

 

Aff.ma Madre

Suor Maria Mazzarello

8. Volete sapere ancora una notizia, la quale certo vi consolerà?... Agli Esercizi delle Signore, indovinate un po' quante erano?... Più di 90. Era una cosa che consolava proprio il cuore.

9. Agli Esercizi delle Suore eravamo poi anche di più ed ogni tanto venivamo collo spirito fino costà, dunque vedete che non siete nel numero delle dimenticate, o no, tutt'altro. State dunque allegre, neh! sempre...

10. Virginia,3 coraggio neh! fatti proprio santa, ma una di quelle sante proprio umili, allegre con tutti e piene di carità per sé‚ e per il prossimo. Pregherai sempre per me?... Vedi, noi qui abbiamo una bella statua della M.[adonna] Immacolata e soventi volte vado là ai suoi piedi a domandar grazie per tutte voi e per quelle specialmente che di me si ricordano...

11. Statemi dunque sempre allegre. Evviva Maria!...

12. Il Signor Direttore D. Lemoyne, che presentemente si trova Direttore qui a Nizza Monf., vi saluta tutte cordialmente, si raccomanda alle vostre preghiere. Egli poi non vi dimentica mai nelle sue fervorose orazioni, siatene certe, come anche noi tutte.

P.S. Mandate la lettera qui acclusa alle Sorelle di Las Piedras.

Ricordatevi della p.[overa] suor Rosalia.4

1 Con questo breve richiamo all’importanza della carità, madre Mazzarello apre un discorso di sapore squisitamente paolino, raccomandando alle suore di rivestirsi degli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù (cf Fil 2,5).2..

2 Suor Filomena Balduzzi e suor Angela Denegri

3 Suor Virginia Magone da pochi mesi si trovava a Montevideo-Villa Colòn. Suor Rosalia Pestarino è colei che scrive questa lettera.

4 Suor Rosalia Pestarino è colei che scrive questa lettera

Mucha Suerte Versione app: 513c99e