Donboscoland

E Giacomino si sposa! da Giovani per i Giovani

L'animatore qua, l'animatore là, la sua identità, ... E se due animatori sono fidanzati, come possono essere fedeli al loro amore e al loro servizio?L'abbiamo chiesto a due interessati:


E Giacomino si sposa! da Giovani per i Giovani

da GxG Magazine

del 12 dicembre 2002

Siamo Beatrice e Claudio, una coppia di fidanzati come ce ne sono molte. Insieme animiamo il gruppo 'Giovani per i Giovani' e il gruppo Giovanissimi della nostra parrocchia. Sentiamo che lavorare fianco a fianco ci consente di approfondire una comunione di ideali e di dare concretezza al nostro sogno di essere segni dell’amore di Dio tra i giovani.

Vivere come coppia le attività di animazione è un’esperienza che arricchisce molto e che richiede qualche delicatezza. Cerchiamo in tutti i modi di evitare che i nostri amici, e soprattutto i ragazzi di cui siamo animatori, sapendoci fidanzati, tendano ad isolarci o vivano l’imbarazzo di sentirsi il 'reggi moccolo'.

Abbiamo scelto di comportarci in modo da mettere in secondo piano la nostra realtà di coppia per dedicare più attenzione ai ragazzi che ci stanno vicino. Il tutto semplicemente cercando di evitare quei gesti di tenerezza, che, se significativi nel rapporto a due, nel gruppo riducono lo spazio che consente l’accoglienza degli altri.

 

Fin dal primo giorno del nostro cammino insieme ci sembrava riduttivo finalizzare la nostra storia a noi due, e abbiamo fatto la scelta di inserire Gesù come presenza viva tra di noi.

Così possiamo dire di avere la consapevolezza di 'essere in tre'.

Questo si concretizza con piccoli gesti: una preghiera detta insieme, un segno di croce prima di mangiare, una cappatina in una chiesa quando siamo in giro per stare qualche minuto davanti a Gesù.

Pregare insieme non è sempre facile e sicuramente su questo aspetto dobbiamo ancora crescere molto, però aiuta a condividere i desideri profondi dell’altro e a creare un’intesa più solida.

Ci sentiamo proprio di augurare a tutti quelli che vivono questa esperienza di sentire che il loro amore reciproco non basta a se stesso, ma nasce e si rafforza nell’Amore di Dio.

 

Beatrice Varotto, Claudio Signorini

 

 

  • articolo
  • testo
  • fidanzati
  • cristiani
  • Beatrice Varotto
  • Claudio Signorini
  • giovani
  • adulti
  • educatori
  • animatori

Mucha Suerte Versione app: 513c99e